illustrazione Visita Besançon

Visitare Besançon Capitale del tempo

Fuga a Besançon

Situata in un ambiente naturale eccezionale, Besançon,
, destinazione poliedrica
, offre un'esperienza unica: offre ai suoi visitatori la possibilità di immergersi nella storia, una vasta gamma di attività all'aperto e tutto il fascino del "French way of life" di una città attiva e inventiva. Tutto intorno, la natura è generosa, fiumi, sentieri, foreste e paludi compongono la grande diversità del paesaggio.

Per un fine settimana o un soggiorno, a seconda dell'umore del momento, si può
passeggiare per le strade affascinanti, visitare uno dei più bei musei di Belle Arti di Francia, o scoprire la città da un panorama mozzafiato prendendo i sentieri boscosi.

Besançon ha molte sfaccettature: è una città d'acqua, la capitale del tempo, il luogo di nascita di grandi uomini (Victor Hugo in particolare), una città vinicola con il suo vecchio quartiere Battant, una terra di invenzione e innovazione ... e la capitale della biodiversità.

Tetti del Palazzo della Granvelle - Musée du Temps de Besançon

2.000 anni di storia

Da più di 2000 anni, il sito eccezionale di Besançon è stato occupato dall'uomo: il popolo gallico dei Sequani, poi i Romani, al seguito di Giulio Cesare che ammirava le qualità difensive del sito "il cui fiume forma un'ansa che sembra disegnata con un compasso". In effetti, il sito geografico di Besançon è notevole e fu sempre fortificato.

Dopo il periodo medievale, durante il quale l'arcivescovo si impose come principe del Sacro Romano Impero, venne il fiorente Rinascimento, illustrato dalla famiglia Granvelle, e poi, alla fine del XVII secolo, la conquista francese da parte degli eserciti di Luigi XIV. Da allora in poi, Besançon divenne la capitale della Franca Contea, una provincia francofona che era stata a lungo legata all'Impero Asburgico. Vauban, su ordine del suo sovrano, creò un muro urbano e trasformò la cittadella in un vero capolavoro architettonico. Di conseguenza, Besançon è stata inserita nel patrimonio mondiale dell'UNESCO, come parte dei grandi siti della rete Vauban.

Da allora, la città ha continuato a svilupparsi, nell'anello del Doubs, poi oltre, sulle pendici dell'anfiteatro naturale del sito.

A partire dalla Rivoluzione, l'industria orologiera rafforzò il dinamismo della città e, provenienti inizialmente dalla Svizzera, gli orologiai si stabilirono nel cuore della città e diventarono una delle attività principali. Durante il Secondo Impero, quasi 400 laboratori sono stati stabiliti nella città e hanno condiviso la produzione di orologi. La creazione di una scuola di orologeria e di un osservatorio alla fine del XIX secolo assicurò la trasmissione delle conoscenze e lo sviluppo di un'attività industriale. Besançon è diventata la capitale dell'orologeria francese.
Ilknow-how orologiero di Besançon è stato inserito nel patrimonio immateriale dell'UNESCO nel dicembre 2020.

La Porta Nera di Besançon è un arco di trionfo gallo-romano costruito nel II secolo

Besançon, città d'arte e di storia

Besançon è una città d'arte e di storia dal 1986

Una passeggiata a Besançon è come camminare attraverso secoli di storia, e i vecchi quartieri offrono ai visitatori i loro tesori architettonici, ma è anche una fuga nelle foreste circostanti o sul fiume Doubs, che circonda la città vecchia con un bastione naturale, raddoppiato dalle mura costruite da Vauban.

Camminando, potrete ammirare le facciate dei bei palazzi privati (quasi 200, costruiti principalmente nel XVIII secolo), passeggiare per Battant, un antico quartiere di viticoltori costruito sui pendii che un tempo erano estesi dai vigneti, e scoprire il quartiere di Saint Jean, annidato sui pendii della cittadella, intorno alla cattedrale omonima. Questo edificio risale all'Alto Medioevo e contiene molti tesori, tra cui capolavori dell'arte pittorica rinascimentale italiana e il famoso orologio astronomico, eccezionalmente complesso. Oltre al ponte, si può andare a giocare al casinò, nel cuore del vecchio quartiere termale, che ha visto Colette, tra gli altri.

Potete anche andare nella città bassa, intorno al mercato coperto, per sistemarvi nella terrazza
o per passeggiare lungo le vie più commerciali, pedonali come si deve.
Un programma culturale denso, ricco e vario propone durante tutto
l'anno spettacoli, concerti, animazioni ed eventi intorno alla musica, l'arte contemporanea, le belle arti o la danza.

Molte attività all'aperto sono possibili a Besançon e nei suoi dintorni: canoa, escursioni a piedi e in bicicletta, arrampicata, nuoto, volo a vela, speleologia, equitazione, golf ...

Museo di Belle Arti e Archeologia di Besançon - La più antica collezione pubblica francese

I must-have

Il Museo di Belle Arti e Archeologia di Besançon

Ospita una delle collezioni pubbliche più ricche e antiche di Francia. Dipinti di maestri prestigiosi, da Bellini a Bonnard a Courbet, giustificano la reputazione di questa collezione. Il suo Cabinet des Dessins (Salotto) con 5000 fogli è considerato come uno dei più importanti di Francia.

Il museo del tempo

Il Musée du Temps, ospitato in un magnifico palazzo rinascimentale, è un museo di storia, orologeria e scienza che rende omaggio alla storia e alla tradizione dell'orologeria di Besançon.

Il luogo di nascita di Victor Hugo

Concepita come uno spazio di mediazione, questa casa natale del grande scrittore si avvicina attraverso una museografia animata ai principali impegni di Victor Hugo, che fu sempre attaccato alla sua città natale.

Il FRAC

(Fonds Régional d'Art Contemporain) in una magnifica realizzazione architettonica di Kengo Kuma, sulle rive del Doubs, un luogo di esposizione dell'arte contemporanea in tutte le sue forme e in tutti i suoi stati.

Il Parco Museo delle Maisons Comtoises (Nancray)

Sul primo altopiano del Giura, a 20 minuti dal centro della città, un museo all'aperto che riunisce quasi 30 vecchi edifici ricostruiti qui per testimoniare l'antico habitat rurale, e che offre un programma incentrato sulla relazione tra l'uomo e la natura.

Utile

Besançon in tasca

Trova gli itinerari turistici, i principali luoghi d'interesse e tutti i negozi nel cuore della città così come il calendario degli eventi su visiter.besancon.fr, in accesso libero, tramite wifi (rete visiter.besancon), la rete 4G o scannerizzando il codice QR qui a fianco.

Maggiori informazioni sul sito dell'Ufficio del Turismo della Grande Besançon:
https://www.besancon-tourisme.com

Buon piano per scoprire Besançon

Pass turistico in vendita all'Ufficio del Turismo, e in tutta la rete Ginko, in particolare alla partenza della linea della cittadella Ginko.